Taijiquan - Taijiquan

Tai Ji Quan
la ruota del dharma
Associazione
Sportiva
Dilettantistica
Taijiquan
Samsara
Associazione
Sportiva
Dilettantistica
Taijiquan
Samsara
Tai Ji Quan
Vai ai contenuti

Taijiquan

Taijiquan
Il Tai Chi Chuan è stato concepito come disciplina da affiancare alla meditazione per promuovere tre aspetti: la salute, la meditazione e l'autodifesa.

Sviluppato in seno al Taoismo ne rispecchia ancora oggi la visione ed i principi fondamentali: "la ricerca dell'armonia degli opposti" tra le forze negative e positive, Yin e Yang.

Gli stili tradizionali di Tai Chi Chuan ancora oggi insegnati sono cinque: Yang, Wu, Chen, Woo (Hao), Sun.
 
Questi possono essere considerati un'elaborazione della sequenza originaria composta dalle tredici posizioni conformi agli otto trigrammi dello Yi-Jing ed ai cinque passi fondamentali ed attribuita al leggendario Maestro Taoista Chang-San-Feng.
Si tramanda che Chang-San-Feng, osservando la lotta di una cicogna, o di una gru, contro un serpente scoprì il valore del "cedere di fronte alla forza", inserendo così il Tai Chi Chuan nella corrente del pugilato cinese NEI-GONG, morbida o interna, in antitesi a quella WAI-GONG, dura o esteriore, legata alle arti marziali praticate nel monastero di SHAO-LIN.

I movimenti lenti e fluidi della sequenza, nonché la postura particolare con cui si esegue la Forma, favoriscono il corretto allineamento della colonna vertebrale, risolvono positivamente le contratture muscolari croniche e favoriscono la circolazione sanguigna periferica negli arti superiori ed inferiori.
Rimuovere tensioni e blocchi muscolari, causati da posture scorrette, stress, traumi, abitudini corporee dipendenti dall'attività professionale è, secondo la concezione tradizionale cinese, fondamentale per la libera circolazione dell'energia vitale o "CHI", prima tappa per generare armonia nella relazione con se stesso, con gli altri, con l'ambiente.
Per le sue caratteristiche il Tai Chi Chuan è diventato in Cina la ginnastica nazionale, eseguita da giovani ed anziani, ed è utilizzata, non avendo controindicazioni, anche per la terapia e la riabilitazione di svariate patologie. I benefici psicosomatici derivanti dalla pratica costante della Forma hanno convinto in questi ultimi anni molti medici, anche in Occidente, a prescrivere il Tai Chi Chuan ai loro pazienti.

 
Il Tai Chi Chuan opera direttamente nel corpo. Attraverso i movimenti, lenti ed infinitamente ripetitivi, la mente impara a lasciar andare. Il respiro si calma e il continuo mormorio della mente si acquieta. Ci si muove calmi, leggeri, fluidi e una nuova energia diventa disponibile. La concentrazione consapevole accompagna le movenze e, come risultato, elimina i pensieri irrilevanti che tendono ad interferire. Così come il corpo anche la mente si rafforza e si riequilibra. Continuando nella pratica le energie emotive ed affettive in eccesso si riducono e si stabilizzano.
Lo scopo del Tai Chi Chuan è trovare la calma nel movimento e per fare ciò è necessario essere costantemente presenti, concentrati, tranquilli; di conseguenza l'esecuzione della Forma porta la mente in modo naturale ad uno stato pacificato assimilabile a una "Meditazione in movimento".

Naturalmente il Tai Chi Chuan non è un percorso per la conquista della pace interiore privo di difficoltà, non fa svanire in modo magico le pulsioni interne come l'ira, la paura o l'ansietà, piuttosto la sua pratica costante, portando spontaneamente il praticante a contatto con la propria interiorità, consente alle emozioni bloccate nel corpo di emergere e dissolversi, primo passo per conseguire l'armonia con se stessi e con il mondo che è cuore e scopo dell'Arte.
Il Tai Chi Chuan è quindi anche difesa e protezione, primariamente dagli aspetti interiori sfavorevoli, ma anche da attacchi esterni, sebbene le radici marziali in esso racchiuse siano prudentemente nascoste nei movimenti della forma.
La completa comprensione dello stile richiede dunque anche l'assimilazione delle applicazioni marziali ricche di principi e di tecniche molto efficaci nella difesa personale.
In conclusione ciò che si vede esternamente nel Tai Chi Chuan è soltanto l'ombra di una intensa esperienza interiore profondamente associata al corpo.
La pratica del Tai Chi Chuan va dunque sperimentata per essere compresa.
Tai Ji Quan
Col non fare di sé il centro, raggiunge la perfezione.
a. s. d.
Tajiquan Samsara
Via B. Spaventa 20
10134 Torino- Italy
aggiornato al
24 nov 2020
byYesheyNamgyal
Torna ai contenuti